Le Fasi delle intercettazioni

Rate this item
(0 votes)

LE FASI DEL NOLEGGIO DEI MATERIALI D'ATTACCO

IL SISTEMA DEI SERVIZI DI NOLEGGIO. PERCHÉ È IL METODO PIÙ LARGAMENTE UTILIZZATO

  • L'evoluzione tecnologica

    L’evoluzione tecnologica dei prodotti è così rapida che i tempi delle procedure di gara di appalto costringerebbero ad acquisire materiale che nel frattempo è stato superato dall’immissione sul mercato di prodotti estremamente più performanti.

    RISULTATO

    Il materiale tecnologico più utilizzato è sempre di ultima generazione perché le società, per essere più competitive, rinnovano continuamente le attrezzatura.

  • Le procedure

    Le procedure della Pubblica Amministrazione connesse con la rimozione dal magazzino materiali dei prodotti persi/distrutti/irrecuperabili durante le attività sono complesse e prevedono anche l’individuazione di eventuali responsabilità del personale operante. Il materiale in dotazione al reparto spesso non viene utilizzato.

    RISULTATO

    Nel noleggio da Società viene pagato l’uso del materiale soltanto nel periodo autorizzato dal Decreto. Tutto il periodo in cui non è possibile effettuare il recupero dell’attrezzatura è considerato “rischio imprenditoriale”.

  • La fase operativa

    I reparti non hanno normalmente personale specializzato disponibile. All’operatore per motivi di budget non vengono erogati corsi di formazione e non viene riconosciuto alcun incentivo per la fase operativa. Di contro, l’operatore dovrebbe rispondere di eventuali malfunzionamenti dovuti ad eventuali errori connessi dell’attività installativa.

    RISULTATO

    Contestualmente al noleggio dei materiali viene richiesta anche l'attività di analisi, sopralluogo, occultamento dei materiali e servizi accessori, quali ad esempio la gestione economica ed operativa delle SIM telefoniche utilizzate all’interno delle apparecchiature d’intelligence. L’intervento del personale specializzato al quale viene conferito ad ogni installazione la nomina di “Ausiliario di P.G.” che impone, per legge, gli stessi vincoli di riservatezza richiesti al personale di Polizia Giudiziaria.


Read 1563 times Last modified on Tuesday, 19 May 2015 13:34

Le Fasi delle intercettazioni

1) ACQUISIZIONE DELLE INFORMAZIONI

Il termine “intercettazioni” è riferito solo alla fase 1, che viene svolta:

• Dal gestore telefonico, per quanto concerne le intercettazioni telefoniche, che clona l’utenza telefonica reindirizzando le comunicazioni ad una “sala ascolto” in Procura.

• Da materiali tecnici, denominati di “attacco”, più o meno Hi Tech, installati da tecnici specializzati presso i luoghi e/o sui mezzi dove deve essere rilevata una voce, una posizione, un video o dati informatici.

2) TRASPORTO INFORMAZIONI AL CENTRO DI CONTROLLO

La Fase 2 è svolta:

• Dal gestore telefonico:

per le intercettazioni telefoniche

per i rilanci “punto-punto”, su doppini telefonici disponibili, di intercettazioni ambientali

per i rilanci su rete GSM/UMTS/LTE

• Da tecnici specializzati tramite connessioni e ponti RF e/o WI FI o connessioni VPN in internet

3) REGISTRAZIONE DELLE INFORMAZIONI

La fase La fase 3 è svolta da società private che mettono a disposizioni server di registrazioni ed infrastrutture di rete

4) ANALISI E TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI

La fase 4 è svolta dagli operatori di Polizia Giudiziaria.

 

LEGGI TUTTO